TROVA

ALPE - AUTONOMIE - LIBERTÉ - PARTICIPATION - ÉCOLOGIE

HOME nouvelles archives

Abbiamo fatto molte promesse al nostro elettorato in campagna elettorale. La più forte, la più netta è stata quella di mettere in atto azioni di governo per il bene dei valdostani.

7 novembre 2018

Coerenti, determinati, pronti a governare.

Una maggioranza è stata creata, un governo è stato composto.

Le buone premesse, purtroppo, non hanno trovato riscontro in 5 mesi di governo. Il metodo con il quale sono state effettuate scelte delicate e fondamentali ha provocato (provocherà) ingenti danni all’economia valdostana, basti pensare alle scelte su Casinò de la Vallée (rischio fallimento e, di conseguenza, un danno di quasi 20 milioni in meno di gettito fiscale annui + indotto Saint vincent) e accordo sul contenzioso aperto con lo Stato (persi 124 milioni che ci spettavano).

Oltre al danno, reale, si prospetta quello provocato dal “non decidere”, lo stallo e l’immobilismo hanno caratterizzato l’approccio su molti temi fondamentali, tra cui il confronto con gli enti locali (vedi voto negativo del Celva) oppure il reperimento dei fondi da variazione di bilancio per rifinanziare leggi con contributi (sia per investimenti produttivi che aiuti sociali). Queste sono solo alcune delle questioni lasciate in sospeso che creano disfunzioni gravi e non tollerabili a livello amministrativo. Non si poteva più andare avanti in questa direzione.

In questo momento la scelta è forte, la scelta è quella di uscire da una maggioranza che da tempo, di fatto, non c’è più. Le dimissioni dell’Assessore Certan, quelle di Albert Chatrian dalla carica di presidente della V Commissione insieme a quelle di tutta la Presidenza del Consiglio (dal Presidente del Consiglio regionale Antonio Fosson di Pnv, a Patrizia Morelli di Alpe, Emily Rini del gruppo misto, Laurent Viérin di Uvp e Luca Bianchi dell’Uv) rappresentano la presa di coscienza di una crisi politica all’interno della quale qualcuno ne ha approfittato. Alpe è sempre stata coerente con i propri principi e alle parole dette in campagna elettorale. In virtù della coerenza dei nostri principi ci siamo presi la responsabilità di agire per il bene della Valle d’Aosta.

Consci delle difficoltà esogene incontrate, il movimento e il gruppo consigliare ringraziano in modo particolare l’Assessore uscente Chantal Certan per il lavoro svolto fin qui caratterizzato dalla solita tenacia e dalla minuziosa dedizione applicata. Ulteriore ringraziamento va alla Vice Presidente del Consiglio uscente Patrizia Morelli per aver messo a completa disposizione la sua capacità tecnica e politica e il suo rispetto istituzionale “super partes”.

Ora la politica dei movimenti deve dare una risposta rapida per garantire una governabilità autonomista sostenibile.

ALPE

Nouvelles

ALPE - Autonomie Liberté Participation Écologie
rue Trottechien 59, 11100 Aoste - 0165 548519 - info@alpevda.eu
c.f. 91055890072