TROVA

ALPE - AUTONOMIE - LIBERTÉ - PARTICIPATION - ÉCOLOGIE

HOME nouvelles archives

Un'ordinanza a favore della democrazia e della Valle d'Aosta

9 maggio 2017

Alpe accoglie con gran piacere l'ordinanza emessa dal TAR oggi, perché dice due concetti chiari e inoppugnabili, che sfidiamo chiunque a negare: il Consiglio regionale deve poter operare anche se affetto da una patologia (la sospensione dei Consiglieri regionali) e i Consiglieri sospesi, poiché impossibilitati a far parte del Consiglio, non dovrebbero essere in grado di influenzare il voto dell'adunanza nemmeno in modo indiretto.
Questi due concetti sono inattaccabili per la tutela dell'organo.
Eppure c'è chi, pur di impedire una mozione di sfiducia costruttiva, ha cercato di forzare lo Statuto della Valle d'Aosta per i propri scopi personali, enunciando un principio di autonomia statutaria a scapito del funzionamento dell'organo rappresentativo. E c'è chi, non pago di tale abuso, ha portato l'Ufficio di Presidenza della Regione in un'aula di tribunale a difendere il ruolo di garanzia che ha tenuto.
Oggi il TAR, anche se solo in forma cautelare, ha, secondo noi di Alpe, segnato un punto fondamentale. Speriamo che chi ha abusato del proprio ruolo e dei propri poteri ne faccia tesoro e inizi a comportarsi da adulto e da rappresentante dei cittadini valdostani.

ALPE

ALPE - AUTONOMIE - LIBERTÉ - PARTICIPATION - ÉCOLOGIE
Via Trottechien 59, 11100 Aosta - 0165 548519 - info@alpevda.eu
c.f. 91055890072