TROVA

ALPE - AUTONOMIE - LIBERTÉ - PARTICIPATION - ÉCOLOGIE

HOME nouvelles archives

Riforma costituzionale

A rischio la clausola di salvaguardia

21 settembre 2016

Il testo della Riforma costituzionale Boschi-Renzi all'articolo 39 stabilisce che “le disposizioni della presente legge costituzionale non si applicano alle Regioni ad autonomia speciale e alle Province autonome di Trento e di Bolzano fino alla revisione dei rispettivi statuti sulla base di intese con le medesime regioni e province autonome”. Si tratta del cosiddetto “principio dell'intesa”, per dare seguito al quale fu promossa dal sottosegretario Bressa una commissione di lavoro. La stessa ha elaborato uno Schema di disegno di legge costituzionale “modifiche ed integrazioni agli statuti speciali per la regione siciliana, per la Valle d'Aosta, per la Sardegna, per il Friuli Venezia Giulia e per il Trentino Alto Adige”. «Tuttavia, il frutto di questo gruppo di lavoro non ha avuto effetti, in quanto lo Schema di disegno di legge non è stato depositato dal Governo», osserva il consigliere Alberto Bertin, che ha presentato sul tema un'interpellanza nel Consiglio Valle odierno. «Secondo quanto ci è stato riferito nella risposta dal presidente Rollandin, tutto si sarebbe fermato per l'arrivo del nuovo ministro Enrico Costa. La circostanza, che ha dell'incredibile, rischia di rendere inutile la clausola di salvaguardia, con il rischio che lo Stato possa far valere la clausola di supremazia. Si tratta di un fatto politicamente rilevante, che conferma l'atteggiamento non favorevole alle autonomie speciali da parte del Governo. Ragioni politiche fermano il deposito dello Schema di disegno di legge per la definizione del principio dell'intesa, concordato con le regioni autonome», ha concluso Bertin.

Gruppo ALPE Consiglio Valle

ALPE - AUTONOMIE - LIBERTÉ - PARTICIPATION - ÉCOLOGIE
Via Trottechien, 59 - 11100 0165 267688 Fax 0165 06 01 22 Mail info@alpevda.eu
c.f. 91055890072