TROVA

ALPE - AUTONOMIE - LIBERTÉ - PARTICIPATION - ÉCOLOGIE

100 giorni

SANITÀ Riduzione delle liste d’attesa

Lo scenario
Il cittadino valdostano, oggi, subisce dalla sanità pubblica tempi di attesa inaccettabili per test e cure di prima necessità. Alcuni esempi:
  • 106 giorni per un pap test
  • 90 giorni per una visita cardiologica
  • 12 mesi per interventi programmati di chirurgia, tra cui ernia e colecisti (spesso, durante questo periodo di attesa, i pazienti vengono ricoverati d’urgenza al pronto soccorso)
La risposta
  • Dimezzare i tempi d’attesa
  • Pap test in 50 giorni
  • Visita cardiologica in 30 giorni
  • Interventi programmati di chirurgia, tra cui ernia e colecisti, in meno di 6 mesi

Le modalità
Affidando i ruoli chiave della sanità a professionisti preparati, liberi e motivati, in grado di rivoluzionare la gestione dei reparti in tempi brevi. Fuori la politica dall’ospedale.

- - -

AUTOSTRADE “Vignette”, risparmio garantito

Lo scenario
La Valle d’Aosta è nota per essere l’autostrada più cara d’Italia. I privati e le imprese preferiscono la statale alla tratta veloce, i turisti sono disincentivati a scegliere la destinazione Valle d’Aosta. Questo comporta minore sicurezza stradale, maggiore inquinamento lungo la vallata principale, ridotti afflussi turistici.

La risposta
Come in Svizzera, come in Austria, l’obiettivo è quello di aumentare il traffico autostradale, soddisfacendo più esigenze:
  • collegare più agevolmente la Valle d’Aosta con i grandi poli metropolitani e gli aeroporti turistici del nord-ovest
  • collegare i piccoli comuni al capoluogo regionale in modo rapido, sicuro ed economico
  • decongestionare il traffico lungo le strade stataliLe modalità Creando una “vignette” valdostana che permetta di percorrere l’intera tratta autostradale al costo di 15€ al mese grazie a una trattativa da instaurare con Società Autostrade che preveda un aumento repentino e corposo degli accessi con annessi aumenti degli incassi.

- - -

AGRICOLTURA Contributi dovuti, subito

Lo scenario
Da anni i nostri agricoltori percepiscono con estremo ritardo gli incentivi a cui hanno diritto per l’incredibile lavoro di tutela del territorio in cui viviamo. Senza questo sostegno l’agricoltura si ferma e con lei il settore turistico con tutto il suo indotto.

La risposta
Sbloccare immediatamente i 10 milioni di euro che spettano di diritto a chi lavora costantemente la nostra terra.

Le modalità
Finanziando a tasso zero e a costo zero gli agricoltori valdostani attraverso la finanziaria regionale.

ALPE - Autonomie Liberté Participation Écologie
Via Trottechien 59, 11100 Aosta - 0165 548519 - info@alpevda.eu
c.f. 91055890072